Colonnella: la terrazza sul mare

Colonnella: la terrazza sul mare

Colonnella: la terrazza sul mare

Arroccata su un colle racchiude il meglio dell’Abruzzo: il verde della campagna, l’azzurro del mare, il profilo dei monti, la buona cucina

Non è un caso se già nel 1797 Lorenzo Giustniani nel suo 'Dizionario Geografico ragionato del Regno di Napoli' scriveva di Colonnella: 'L'aria che vi si respira è molto salubre e gode di un orizzonte sorprendente, dominando gran parte dello Stato Pontificio'. E ancora oggi è così. Posta su un colle a ridosso della costa, la cittadina vanta una posizione invidiabile: da qui lo sguardo spazia libero dal mare al Gran Sasso, ai Sibillini e la Majella attraverso il dolce declivio delle colline con tutte le gradazioni del verde.

Passeggiare per le stradine di Colonnella è sempre un piacere. Al centro storico di impianto medievale si accede da una lunga scalinata e si arriva alla Torre dell’Orologio, del XIV secolo, che svetta sul paese ed è visibile da grandi distanze. Poi è un susseguirsi di viuzze e piazzette dove si affacciano edifici e chiese che raccontano la lunga storia di Colonnella, una storia che parte dall’antica Truentum, descritta da Plinio il Vecchio, e si snoda attraverso i secoli. Da vedere le cisterne romane, la chiesa dei Santi Cipriano e Giustina, costruita tra la fine del XVIII secolo e l’inizio del XIX, con la sua statua lignea della Madonna del Suffragio e il prezioso organo a 27 canne realizzato nel 1833. Ci sono poi il palazzo Marzii (XVI sec.) e il palazzo Pardi del XVIII sec.

Ma Colonnella, come tutto l’Abruzzo, è anche terra della buona cucina e del buon vino. Impossibile resistere ai piatti tipici regionali e a vini come Montepulciano, Trebbiano e Passerina.

Al cibo e alla convivialità sono dedicate anche gran parte delle manifestazioni che animano l’estate, un susseguirsi di appuntamenti che sono un motivo in più per visitare questo piccolo gioiello.

Scopri l'Abruzzo

Destinazioni Top