Riserva naturale del lago di San Domenico e lago Pio

Riserva naturale del lago di San Domenico e lago Pio

Riserva naturale del lago di San Domenico e lago Pio

Prende origine da una diga completata nel 1929 per conto delle Ferrovie dello Stato per convertire la linea Roma-Sulmona alla trazione elettrica.

L’area della Riserva consiste di due porzioni distinte comprese interamente all’interno dei confini del territorio comunale di Villalago in provincia di L’Aquila: la più grande di circa 53 ha comprende il bacino artificiale del Lago di San Domenico e parte dei territori circostanti, e la seconda di circa 7 ha conserva il relitto geologico del Lago Pio situato a sud del centro storico di Villalago.
Il paesaggio circostante è composto dai tipici rilievi calcarei dell’Appennino Centrale con praterie aride secondarie interrotte da formazioni forestali.
Il settore del Lago di San Domenico è confinato a nord dallo sbarramento artificiale, ad ovest dalla strada SR479 che conduce da Anversa degli Abruzzi a Villalago, ad est dalle sponde lacuali e nel settore meridionale dai due rilievi collinari prima del centro storico di Villalago che chiude questa porzione di Riserva incrociando la strada sopra il settore in cui sono localizzate le sorgenti del Sagittario.
Il settore del Lago Pio si trova nelle immediate vicinanze del centro abitato di Villalago da cui è confinato nella parte settentrionale, mentre, i restanti settori sono delimitati dalla viabilità comunale e provinciale.

Scopri l'Abruzzo

Destinazioni Top