Fiadoni abruzzesi

Fiadoni abruzzesi

Fiadoni abruzzesi

Fiadoni abruzzesi degli splendidi ravioloni ripieni con formaggio e cotti al forno una ricetta tipica dell’abruzzo, cambia in base alle zone o tradizioni di famiglia. La ricetta che dicono sia originale, prevede il rigatino abruzzese, il pecorino di Farindola, e il parmigiano o altro formaggio misto.

Ingredienti classici:
Per la pasta: (se li fate molto pieni basta anche metà dose, e soprattutto se tirate la pasta sottile).

1 kg di farina 1 bicchiere d’olio d’oliva
1 bicchiere di vino bianco
4 uova + 2 per spennellare

Per il ripieno:
1 bustina di lievito di birra disidratato (facoltativa, se utilizzi il rigatino e solo parmigiano o pecorino, meglio metterlo altrimenti fanno fatica a gonfiarsi)
4 uova
500 gr di rigatino abruzzese
500 gr di pecorino o formaggio di Guardiagrele (Ch) o di Farindola (o altro pecorino, tranne il romano che è molto saporito)

Preparazione dei Fiadoni abruzzesi:

Per la pasta: versare sulla spianatoia la farina, mettere all'interno le 4 uova, l’olio e il vino ed un pizzico di sale (il sale non è obbligatorio).
Impastare bene fino a creare una palla omogenea e liscia, lasciare riposare per una mezz’oretta.
Un consiglio, non utilizzare tutta la farina ma lasciarne un po’ da aggiungere man mano che si crea il composto.

Per la farcia: In un recipiente unire i formaggi grattugiati, uova intere, ed il lievito e mescolare bene in modo da distribuire il lievito

Stesura pasta e preparazione fiadoni: Prendere la pasta un po’ per volta e stenderla con un mattarello oppure con una macchina per la pasta, e creare sfoglie sottili ma non troppo altrimenti induriranno presto.
Una volta crea una sfoglia prendere l’impasto e versare l’impasto a mucchietti con l’aiuto di un cucchiaio oppure delle palline, una distante dall’altra in modo tale da poter richiudere il fiadone. La procedura è simile a quando si preparano i ravioli.
Una volta preparate le palline distanziate chiudere la sfoglia e ritagliare i fiadoni a mezze lune, spennellare con il rosso dell’uovo e creare un taglio a croce sulla parte superiore, o con un semplice taglio orizzontale.
Riscaldare il forno e cuocere a 200° cuocere per circa 15 minuti a forno ventilato o per una 20/30 minuti al massimo forno statico, dipende molto dal vostro forno, vi accorgerete che sono cotti quando saranno dorati.
Per farli mantenere morbidi anche per 5/6 giorni potete metterli dentro una busta di carta, tipo quella del pane.
Questa è una ricetta del periodo pasquale ed è tipica della provincia di Chieti.
Inoltre ci sono varianti ad esempio a Lanciano si utilizza la ricotta, ci sono versioni dolci o con formaggi come nella provincia del L’Aquila.

Altri Articoli - Enogastronomia

Scopri l'Abruzzo

Destinazioni Top